Il "Patrimonio dell'Umanità" e una possibile territorialità a scala planetaria

Il contenuto (Full text) non è disponibile all'interno di questo archivio. Spedisci una richiesta all'autore per una copia del documento
Tipo di pubblicazione: Articolo su rivista
Tipologia MIUR: Contributo su Rivista > Articolo in rivista
Titolo: Il "Patrimonio dell'Umanità" e una possibile territorialità a scala planetaria
Autori: Cassatella C.
Autori di ateneo:
Titolo del periodico: RI-VISTA. RICERCHE PER LA PROGETTAZIONE DEL PAESAGGIO
Tipo di referee: Comitato scientifico
Editore: Firenze University Press
Volume: 1
Intervallo pagine: pp. 1-5
Numero di pagine: 5
ISSN: 1724-6768
Abstract: Prendendo spunto dalla ricorrenza del ventennale della Convenzione sulla protezione del patrimonio mondiale culturale e naturale, mi propongo di riflettere intorno al concetto di "Patrimonio dell'Umanità", e sulla possibile forma di territorialità che esso sottintende - sembrerebbe trattarsi di una territorialità a scala planetaria, quella dell'Uomo abitante del pianeta, quindi quella di qualsiasi uomo, o forse invece solo dell'uomo "abitante del mondo". Farò riferimento alla teoria di Claude Raffestin sul ciclo della territorialità e ad alcune teorie riguardanti la globalizzazione, traendone alcune ipotesi riguardo al tema del paesaggio, con riferimento alla Convenzione Europea
Data: 2003
Status: Pubblicato
Lingua della pubblicazione: Italiano
Parole chiave: territorialità, world heritage list, unesco
Dipartimenti (originale): NON SPECIFICATO
Dipartimenti: DIST - Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio
URL correlate:
Area disciplinare:
Data di deposito: 17 Gen 2014 13:51
Data ultima modifica (IRIS): 17 Gen 2014 13:51:43
Data inserimento (PORTO): 31 Ott 2014 11:31
Permalink: http://porto.polito.it/id/eprint/2525494
Link resolver URL: Link resolver link

Azioni (richiesto il login)

Visualizza il documento (riservato amministratori) Visualizza il documento (riservato amministratori)