Ricalco e decantazione dell'impronta

Tipo di pubblicazione: Articolo in atti di convegno
Tipologia MIUR: Contributo in Atti di Convegno (Proceeding) > Contributo in atti di convegno
Titolo: Ricalco e decantazione dell'impronta
Autori: Zich, Ursula; Comollo, Ugo; Pavignano, Martino
Autori di ateneo:
Intervallo pagine: pp. 370-376
Tipo di referee: Comitato scientifico
Editore: ARTEGRAFICA PLS s.r.l.
ISBN: 978-88-904585-8-3
Volume: Idee per la rappresentazione 6. Impronte. Atti del seminario di studi
Titolo del convegno: Impronte
Luogo dell'evento: Siracusa (IT)
Data dell'evento: 10 Maggio 2013
Luogo di pubblicazione: Roma
Abstract: Notoriamente l'origine mitica del disegno - in Plinio - come ricalco di un'impronta - l'ombra - ha posto il tema del tratto grafico come una sorta di scorciatoia nelle innumerevoli mediazioni che si pongono tra l'immagine fisicamente realizzata [picture], e quella ottica e significata [visual and mental image]. Immedesimando il tratto come significante da un lato del contorno apparente e, dall'altro, come nervatura strutturale, il disegno al tratto puro ha anche cercato di surrogare lo spettacolo ottico diretto (che oggi definiamo fotografico) dei corpi, discretizzando questo spettacolo in una sorta di mappa contesa tra confini di diverso valore. In seguito i tentativi di oggettivare (referenzialmente) il tratto grafico come surrogato ottico ha portato alle consuetudini di riproduzione calcografica, divenute poi delle vere e proprie precettistiche e normative in epoca industriale, ispirate a una ferrea economia delle categorie grafiche. In queste vicende gioca un ruolo essenziale proprio la pratica del ricalco che, per quanto sia generalmente svalutata come ‘automatica', svolge un ruolo decisivo e del tutto ‘intenzionale' nella categorizzazione attuata attraverso il disegno. Il ricalco di trascrizione è stato innanzitutto studiato attraverso le tavole dell'editio princeps della Regola di Giacomo Barozzi. Un secondo tipo di ricalco - un secondo modo dell'impronta grafica in rapporto a quella che si reputa direttamente referenziale - ci ha portato a usare la camera lucida, assimilandone l'uso a una esperienza anch'essa di ri-­disegno dell'immagine biriflessa dal sistema prisma/retina sul foglio.
Data: 2014
Status: Pubblicato
Lingua della pubblicazione: Italiano
Parole chiave: graficismo dell'impronta, analisi grafica, camera lucida, calcografia, vignola
Dipartimenti (originale): DAD - Dipartimento di Architettura e Design
DIST - Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio
Dipartimenti: DIST - Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio
DAD - Dipartimento di Architettura e Design
URL correlate:
Area disciplinare: Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > STORIA DELL'ARCHITETTURA
Area 08 - Ingegneria civile e Architettura > DISEGNO
Data di deposito: 25 Feb 2016 15:48
Data ultima modifica (IRIS): 16 Ott 2017 12:57:31
Data inserimento (PORTO): 18 Ott 2017 02:04
Permalink: http://porto.polito.it/id/eprint/2676789
Link resolver URL: Link resolver link

Allegati

[img] PDF (zich_comollo_pavignano_ricalco_e_decantazione_dell_impronta.pdf) - Postprint
Accesso al documento: Non visibile (accessibile solo al proprietario del dato)
Licenza: Non pubblico - Accesso privato / Ristretto.

Download (1362Kb (1394889 bytes)) | Spedisci una richiesta all'autore per una copia del documento

Azioni (richiesto il login)

Visualizza il documento (riservato amministratori) Visualizza il documento (riservato amministratori)